Quando si decide di installare una piscina in giardino si ha la scelta se interrata o fuori terra. Quest’ultima costa decisamente meno per via dei minori lavori di interramento e di passaggio di tubazioni e inoltre non richiede permessi al contrario della prima.
Tuttavia anche la piscina fuori terra richiede del consumo elettrico sopratutto per quello che riguarda il riscaldamento dell’acqua che è il fattore che incide più di tutti sul consumo elettrico delle vasche da esterni.

inoltre molte vasche hanno anche idromassaggio incorporato che aumenta anche questo i consumi di elettricità.

Per limitare  un po ‘i consumi e risparmiare bisogna allora fare attenzione ai dettagli della vasca, di come è stata fabbricata e in particolare  se è stata studiata in maniera da evitare dispersioni di calore.

Per evitare le dispersiono di calore ad esempio si può acquistare a parte anche un accessorio molto utile ovvero la copertura  i protezione, da mettere sopra la vasca e togliere ogni volta che  si utilizza la vasca, e questa copertura serve per mantenere costante la temperatura dell’acqua e anche a   mantenerne pulita la superficie.

Un altra cosa che incide sui consumi elettrici in una piscina sono i getti d’idromassaggio, infatti i consumi vanno in base alla potenza e alla quantità dei getti e in alcuni casi si può regolarne l’intensità così da risparmiare energia o anche spegnere quelli che sono sotte le sedute che non vengono utilizzate.

I modelli più innovativi di minipiscine prevedono dei particolari dispositivi che regolano funzioni accessorie di benessere come l’aromaterapia e la cromoterapia, o  programmi di allenamento bilanciati  attraverso vari tipi di getti.