Chi non vorrebbe godere di una piscina? Tutti vorrebbero possedere un piccolo angolo nel proprio giardino dove tuffarsi e rilassarsi a fine giornata.
Essendo un acquisto molto oneroso, è sempre stato considerato un acquisto per pochi, ma negli anni, grazie allo sviluppo di tante nuove tipologie (dimensioni, materiali, installazione) è diventato un investimento accessibile sempre a più famiglie.
I vantaggi delle piscine da giardino fuori terra sono tanti: il costo ridotto rispetto a quelle interrate, la possibilità di avere diverse dimensioni in base al proprio spazio disponibile, la possibilità di rimuoverla e smontarla a fine stagione, non necessitano di concessioni da parte del proprio comune, manutenzione molto semplice ed economicamente non eccessiva.

Esistono diversi tipi di piscine fuori terra da giardino, quelle in pvc, quelle gonfiabili, quelle in acciaio, quelle in legno e quelle con rivestimenti esterni in altri materiali.
Quelle in pvc si dicono a struttura morbida pur essendo molto resistenti, la struttura inoltre è rinforzata da robusti paletti e placche di metallo saldate alla base, garantendo maggiore stabilità anche sui prati. Facile da installare, presentano anche un rivestimento interno a prova di alghe.
Quelle gonfiabili sono senza dubbio le più economiche e facili da montare, hanno struttura leggera ma resistente e sempre autoportante. Grazie a questa caratteristica, una volta riempita si alza grazie alla spinta dell’acqua stessa. Riguardo allo smontaggio, come ben sapete, è comoda perché basta svuotarla, fate solo attenzione a dove verrà sistemata per evitare danneggiamenti.
Esistono anche modelli chiamati a gommone, con struttura molto morbida, adatta quindi ai bambini. Anche questo modello, come quelle gonfiabili, è autoportante e facile da installare e disinstallare. Può essere collocata su qualsiasi superficie, attenzione ovviamente alle asperità del terreno.

Per chi desidera utilizzare piscine da giardino fuori terra modello in lamiera d’acciaio, deve sapere che è la soluzione con struttura più resistente.
Questa tipologia si può installare anche su terreni non perfettamente livellati, visto che presenta un tappeto sul fondo che si adatta anche alle asperità (ovviamente nei limiti) proteggendo la struttura. Essa è dotata di supporti che permettono alla vasca di mantenere una certa rigidità.
Grazie ai trattamenti, le pareti resistono all’umidità e non si corrodono facilmente, resistendo maggiormente nel tempo.
I modelli in legno, o con rivestimento esterno, sono per estetica le più belle, visto la varietà di soluzioni adattabili al proprio giardino. Come quelle in lamiera presenta il fondale adatto ad ogni terreno proteggendo la piscina.
L’unico svantaggio è il costo e la manutenzione per i trattamenti del legno, essenziali per evitare che si deteriori o diventi rifugio per insetti e parassiti.