Le differenze tra le tre tipologie di piscine

Molti si chiedono, parlando di arredamento da esterno: qual’è la differenza tra piscine, micropiscine e piscine fuori terra?

Partiamo dal classico, la piscina.
Nonostante sia leggermente fuori moda (e la moda conta nell’arredamento, fidatevi) rimane comunque una prelibatezza per bocche ‘poche e selezionate’.
I prezzi sono davvero elevati, ed oltre ai costi degli scavi, impianti, tubature e rivestimenti si aggiunge quello notevole e non qualunquista della manutenzione; inoltre, è bene considerare che le piscine scavate, come siamo soliti intenderle, raggiungono dimensioni di svariati metri e restano consone se parliamo di Hotel, pensioni e raramente di case private, a meno che non siano ville usate per ricevimenti e matrimoni nonché celebrazioni di qualsiasi tipo.
Senza contare che essere richiedono un ambiente circostante degno della situazione, all’altezza.

Le micropiscine, dal loro canto, cominciano ad essere la forma di “ristoro acquatico privato” più diffuse tra le famiglie.
Un po’ per le tasche, sempre meno abili ed invogliate a sostenere spese elevate, un po’ per la loro funzione: spesso la micropiscina intesa in senso stretto (esistono poi centinaia di varianti) è stata ideata e creata per due sole persone.
E’ l’ideale dunque per una coppia; non a caso, è uno dei regali di nozze più ambiti.
Per chi non l’avesse mai provata, è una sensazione impagabile, capace di apportare relax e nel contempo costruire un’intimità formidabile.
E poi, diciamoci la verità: esteticamente sono molto più prestanti di qualsiasi altro elemento.
Il loro colore, solitamente legno od elegantemente smaltato, consente di abbinarle a molte tipologie di arredamento, facendo si che esso diventi un elemento davvero irrinunciabile.

Le piscine fuori terra sono tutt’altra storia e meritano un discorso a parte.
Uno dei vantaggi assoluti, come nel caso delle micropiscine, è quello del prezzo; sarà sufficiente acquistare una piscina fuori terra per evitare inutili perdite di tempo e di denaro per scavi spesso costosissimi.
Questo tipo di piscine (o minipiscine che siano, poco cambia in quanto entrambe fuori terra) sono davvero facilissime da installare, e grazie alla varietà di linee e modelli che sono reperibili sul mercato, si possono adattare alle proprie esigenze personali nonché agli spazi che spesso sono nemici di questo tipo di iniziative.
Inoltre, è una soddisfazione non banale scoprire quanto l’installazione sia facile ed eseguibile da tutti senza la solita chiamata al primo tecnico specializzato che ha il cellulare acceso.
Ormai, previa ovvia richiesta, tutti i modelli di piscina fuori terra sono dotati di idromassaggio.
Inoltre, installare dei prodotti di qualità ed eleganza ‘fuori terra’ può aiutare a dare quel tocco di classe ed innegabile stile che manca alla nostra abitazione.

E voi? Qual’è la soluzione più adatta alle vostre esigenze?

Lascia un commento