Punti di forza e vantaggi nel praticare correttamente una minipiscina con idromassaggio

Per chi soffre di particolari patologie, da quella respiratoria, ad un dolore o un affaticamento dovuto all’attività fisica, una minipiscina dotata di idromassaggio rappresenta una delle soluzioni più valide per il superamento di questo tipo di “problematiche”. Iniziamo con la ritenzione idrica, problema che affligge molti utenti: l’idromassaggio produce bolle d’aria e getti d’acqua che comprimono e decomprimono i tessuti stimolando la circolazione sanguigna e linfatica. Le gambe sono immediatamente più leggere e meno gonfie mentre la cellulite si riduce notevolmente grazie al massaggio esercitato dall’acqua che favorisce il drenaggio dei liquidi.

Disturbi del sonno,mal di testa, possono essere combattuti e superati attraverso la terapia dell’idromassaggio: l’effetto del massaggio e del calore dell’acqua stimolano l’organismo al rilascio di endorfine che vanno a ridurre in maniera naturale lo stress. Oltre a questo l’idroterapia dilata i vasi sanguigni e previene il mal di testa. Inoltre,prima di coricarsi per ottenere un buon sonno, la Fondazione Nazionale Del Sonno suggerisce l’immersione in acqua calda per facilitare la fase di passaggio al sonno profondo. Oltre all’idromassaggio, per mezzo dell’idroterapia, si possono superare i reumatismi, l’artrite. E’ uno dei metodi più usato per il trattamento delle artriti. Il calore allieva i dolori e la spinta per il galleggiamento dell’acqua da sollievo rendendolo un trattamento dei migliori per i dolori dell’artrite. L’uso della vasca idromassaggio è parte integrante della terapia a parere della Associazione Nazionale Malati Reumatici. Per quanto concernono il diabete e l’obesità, il sottoporsi a sedute della durata di 20 minuti 2 – 3 volte a settimana costanti nel tempo portano a una sensibile diminuzione del vostro peso e ad uno snellimento dell’intera silhouette. Recenti studi dimostrano come l’idromassaggio usato come terapia possa combattere il diabete di tipo 2. I soggetti affetti da questa tipologia di diabete non possono fare attività fisica e la stimolazione prodotta dall’idromassaggio alla circolazione arteriosa diminuisce la concentrazione degli zuccheri nel sangue. In ultimo elenchiamo i cinque consigli per un corretto uso dell’idromassaggio: prima di immergersi in una minipiscina idromassaggio, è consigliabili fare uno scrub per esfoliare la pelle ed eliminare le cellule morte e prepararla al massaggio dell’acqua restituendole elasticità e rendendola setosa. Concludere sempre l’idromassaggio ripassando sulla pelle un getto d’acqua fredda per tonificarla; Non superare i 30 minuti di rilassamento tra i getti dell’idromassaggio, e non farlo per più di due volte a settimana; A fine trattamento ricordarsi sempre di idratare la pelle con una crema nutriente e rassodante. Un ottimo suggerimento è quello di distendersi alla fine per 10 minuti avvolti in un accappatoio così da permettere alla pressione, che è stata alterata dal calore e dal massaggio, di tornare alla normalità.

Lascia un commento